Posa parquet

Da sempre una scelta apprezzata in ambienti classici e contemporanei, il parquet identifica una tipologia di pavimentazioni in legno massello o multistrato estremamente ampia e variegata.

Come abbiamo visto nell'approfondimento riguardante il lavoro del Parquettista, esistono infatti innumerevoli qualità di parquet, che variano per essenza, colore, prezzo, dimensioni, finiture, trattamenti e destinazioni d'uso possibili o consigliate.

In questo articolo ci occuperemo invece delle metodologie di posa parquet, dei differenti risultati estetici delle varie geometria e tecniche di posa, con indicazioni sulle applicazioni in cui può essere preferibile l'una o l'atra tecnica o geometria di posa parquet.

1.jpg2.jpg3.jpg4.jpg

 

Le tecniche di posa del parquet

Una volta scelte essenza e tonalità del parquet, occorre stabilire geometrie e tecnica di posa. A seconda della tipologia di parquet e del formato degli elementi scelti, si potrà infatti preferire un sistema di posa o l'altro: vediamo insieme i più conosciuti e utilizzati.

1) Tecniche posa parquet: incollaggio

I singoli elementi che costituiscono il parquet vengono incollati direttamente al sottofondo con un apposito adesivo che non viene applicato lungo i fianchi (per permettere l'assestamento del legno), ma può essere però applicato lungo le teste.

Questo tipo di posa è adatto sia al parquet prefinito sia ai listelli in legno massiccio.

2) Tecniche posa parquet: posa flottante o galleggiante

Tecnica utilizzata soprattutto per il parquet in listoni a incastro, la posa flottante permette un eccellente isolamento acustico in quanto il pavimento viene posto su un panello in sughero o fibra di legno, a sua volta sovrapposto a un foglio di polietilene che funge da barriera contro il vapore e l'umidità.

Questo tipo di posa è inoltre possibile senza bisogno di rimuovere eventuali pavimenti sottostanti.

3) Tecniche posa parquet: posa inchiodata

La posa inchiodata è il sistema più utilizzato per il tradizionale parquet in legno massiccio con incastro perimetrale, ma si adatta anche al parquet in multistrato. A differenza di quanto avviene con la posa galleggiante, con la posa inchiodata diviene necessario eliminare eventuali pavimenti sottostanti in quanto il parquet deve posarsi su un massetto cementizio.

 

Le geometrie di posa del parquet

Il modo in cui si accostano listoni o listelli di parquet ha un impatto non secondario sul risultato estetico finale, ma ha ricadute anche sulla funzionalità e la "salute" del nostro parquet: posa in opera e geometrie di posa vanno considerati anche in funzione dei  movimenti di assestamento del legno, tenendo conto che il lato corto è quello più soggetto a variazioni dimensionali.

Nella scelta di geometria e direzione di posa degli elementi del parquet bisogna inoltre tenere in giusta considerazione l’illuminazione e il senso di percorrenza della stanza o di apertura della porta: la luce ha infatti la capacità di evidenziare o minimizzare venature e dimensioni del parquet, mentre la perpendicolarità tra porta e direzione degli elementi rende più gradevole la percezione della stanza.

1) Geometrie posa parquet: cassero regolare o irregolare (posa a correre)

Quando gli  elementi (anche di dimensioni diverse) sono disposti parallelamente nel senso della lunghezza in modo che le giunzioni di testa appaiono sfasate, si ha il cassero irregolare; quando invece gli elementi hanno tutti la stessa dimensione e sono appaiati in modo identico a file alterne si ha il cassero regolare

2) Geometrie posa parquet: spina di pesce

Come indica il nome, i listelli del parquet vengono disposti a partire dal centro della stanza in file parallele (dritte o diagonali) con inclinazione di 90° rispetto alla fila adiacente: la testa di un elemento risulta così affiancata al lato dell’elemento vicino.

3) Geometrie posa parquet: spina ungherese

In questo caso la geometria a spiga non è data dall'accostamento, ma dal taglio dei due lati corti con inclinazione di 45° o 60° rispetto a quelli lunghi.

4) Geometrie posa parquet: a mosaico o a quadri

Si realizzano dei quadrati assemblando le singole liste parallelamente o diagonalmente.

5) Geometrie posa parquet: fascia e bindello

In questo caso si realizza un bordo esterno (fascia) in cui gli elementi sono posati con una geometria diversa rispetto a quella centrale, a cui sono raccordati dal cosiddetto bindello.

 

Dopo la posa: finitura e verniciatura del parquet

Una volta eseguita la posa in opera del parquet, il parquettista provetto si occuperà di levigatura, stuccatura e pulizia, e quindi continuerà con i trattamenti di finitura superficiale (a meno che non si tratti di un parquet prefinito).

Particolarmente importante è la verniciatura, che forma una pellicola superficiale in grado di proteggere il pavimento mentre lo impreziosisce esteticamente. Alla verniciatura possono infine seguire ceratura, lucidatura e appliazione degli oli che impregnano il legno e contribuiscono a preservarne l’aspetto naturale consentendone la traspirazione.

 

Posa parquet Varese

Come si evince da quanto illustrato, la posa in opera del parquet più essere un'operazione lunga e complessa, che richiede molte e diverse competenze. Pertanto, chi non sia più che esperto nell'arte del bricolage dovrebbe rivolgersi sempre ai professionisti per essere certo di ottenere risultati professionali di grande effetto.

A Varese, a Milano, in Svizzera e in molte altre località del nord Italia opera Materials & Co., la boutique della casa che offre un servizio a 360° per rispondere a tutte le esigenze di piccole e grandi ristrutturazioni: demolizioni, tracce e computi metrici, ricostruzioni con laterizi e cartongesso, rasatura pareti, impiantistica, condizionamento, posa in opera pavimenti, rivestimenti, porte, sanitari e rubinetterie, imbiancatura e tinteggiatura, decorazioni con stucchi, resine, grasselli e carte da parati, progetti di arredo e illuminazione sono solo alcune delle competenze di quest'azienda con sede in via Magenta, 14 a Varese.

L'esperienza acquisita con il marchio Arredo Design, sinonimo di raffinatezza e design in tutta la provincia di Varese, ha permesso alla famiglia Cantoni e all'interior designer Stefano Marchetto da dare inizio a una nuova, straordinaria avventura all'insegna del buon gusto, della qualità della vita e dell'estetica. 

Showroom:

Via Magenta, 14 – 21100 Varese


In Collaborazione con:


Richiedi Informazioni

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

Partners