Piastrelle

Le possibilità di realizzare originali rivestimenti utilizzando piastrelle in grès, ceramica, materiali plastici e polimerici sono praticamente infinite: a seconda del tipo di decoro, delle funzionalità e dell'effetto finale che avete in mente potete scegliere all'interno di una vasta gamma di proposte, aiutati dai professionisti della ristrutturazione del team Materials & Co. di Varese.

Piastrelle, pianelle, mattonelle: chiamatele come volete, in ogni caso questo versatile elemento architettonico che permette di creare originali rivestimenti e pavimentazioni sembra destinato a non passare mai di moda.

Disponibili in una grande varietà di formati, colori e materiali, le piastrelle si prestano perfettamente alla realizzazione di eleganti rivestimenti delle pareti o dei pavimenti, permettendo di realizzare effetti sempre nuovi e ampiamente personalizzabili.

Vediamo insieme alcune caratteristiche delle piastrelle, e impariamo a sceglierle in base a formato, materiale, caratteristiche tecniche ed estetiche, seguendo i consigli della ditta varesina Materials & Co., nata dall'esperienza di Arredo Design per offrire un supporto affidabile a chiunque sia alle prese con piccole e grandi ristrutturazioni in Svizzera e in tutto il nord Italia.

Piastrelle: caratteristiche tecniche

Le piastrelle si distinguono in base alle prestazioni offerte dai diversi materiali. Si distinguono in particolare:

  • caratteristiche di regolarità: stabiliscono se la piastrellatura sarà più o meno caratterizzata da irregolarità quali avvallamenti, gobbe, gradini tra piastrelle adiacenti e percorso irregolare delle fughe.
  • caratteristiche strutturali: definite innanzitutto dalla struttura del materiale, indicano innanzitutto la porosità della piastrella, ovvero il suo assorbimento d’acqua (più basso nel gres porcellanato, più alto nella monoporosa, nella maiolica, nel cotto e nel cottoforte).
  • caratteristiche meccaniche massive: resistenza della piastrella nel suo complesso ai carichi, all’impatto e alla flessione.
  • caratteristiche meccaniche superficiali: la resistenza della piastrella ai graffi, allo scalpiccio, alle scalfitture e al deterioramento dovuto al movimento di corpi duri è fondamentale soprattutto per i pavimenti.
  • caratteristiche termo-igrometriche: ovvero la resistenza della piastrella a determinate condizioni di temperatura e di umidità (resistenza agli sbalzi termici e al gelo, dilatazione termica e dilatazione da umidità), ed è largamente determinata dalla porosità della piastrella.
  • caratteristiche chimiche: includono resistenza alle macchie, resistenza all'uso di prodotti di pulizia a uso domestico, resistenza agli acidi e alle basi, e sono anch'essi in gran parte determinati dalla porosità della piastrella.
  • caratteristiche di sicurezza: includono resistenza allo scivolamento e cessione di metalli, e sono particolarmente importanti in ambienti esterni, pubblici e industriali.

 

Caratteristiche estetiche delle piastrelle

Dal punto di vista del design, le principali caratteristiche da considerare per scegliere le piastrelle includono:

  • Il formato, parametro essenziale per determinare l’aspetto complessivo finale che caratterizzerà il rivestimento posato dal piastrellista. Il formato incide in modo significativo anche sulla trama delle fughe, e permette di sbizzarrirsi accostando piastrelle di diverso formato per soluzioni uniche e su misura.
  • Il colore, fondamentale per determinare l'estetica del rivestimento, può essere dato dallo smalto, con una gamma cromatica praticamente infinita, o dal colore del supporto. La percezione del colore varia inoltre notevolmente in base alle finiture effettuate: piastrelle lucide, opache (matt), riflettenti o non riflettenti, levigate, venate, sfumate daranno effetti comprensibilmente diversi.
  • Il decoro, effettuato per finalità pratiche (come nel caso dei decori in rilievo con effetto anti-sdrucciolo) o puramente estetiche, può essere riportato in modo identico su ogni singola piastrella (effetto mosaico) o coinvolgendo più piastrelle, posate in modo da formare un unico disegno grande e complesso.

 

Il materiale delle piastrelle

Parametro fondamentale nella scelta di piastrelle e rivestimenti, il materiale determina la maggior parte delle caratteristiche tecniche ed estetiche delle piastrelle.

Un buon piastrellista vi proporrà di scegliere tra:

  • piastrelle in materiali ceramici, ovvero impasti di materie prime disponibili in natura (argille);
  • piastrelle in materiali lapidei, ottenute per taglio di particolari rocce (marmi, graniti e travertini);
  • piastrelle in materiali compositi, costituiti da un impasto di frammenti di rocce in matrice legante di natura cementizia o polimerica (conglomerati);
  • piastrelle in materiali polimerici: materie plastiche come vinile, linoleum, gomma, moquette, e simili;
  • piastrelle in materiali organici animali o vegetali, come legno, pelle, sughero e carta da parati;
  • piastrelle in materiali leganti, ovvero intonaci a base cementizia e finiture in gesso e cartongesso.

 

Tra i materiali più diffusi per la realizzazione delle piastrelle si distinguono:

1) Piastrelle in materiale ceramico

Belle, resistenti e sempre molto diffuse, le tradizionali piastrelle ceramiche oggi si avvalgono della tecnologia più avanzata per offrire prestazioni sempre più eccezionali.

  • Le piastrelle in clinker, laterizio dall'aspetto quasi vetrificato grazie alla cottura ad altissime temperature, sono molto resistenti alle sollecitazioni meccaniche, agli agenti atmosferici e all’usura; caratterizzate da una struttura compatta e non igroscopica, le piastrelle in clinker sono disponibili in versione smaltata, non smaltata o vetrificata, e sono adatte a qualsiasi tipo di pavimentazione o rivestimenti anche in esterni.
  • Le piastrelle in cotto, materiale dal supporto non smaltato, rosso e poroso, ottenuto per estrusione dalla cottura dell'argilla, sono molto apprezzate per resistenza ed estetica: disponibili in diversi formati e in una gamma cromatica che va dal giallo ocra al rosso amaranto, le piastrelle in cotto fiorentino, toscano o rustico sono molto richieste ai piastrellisti per pavimenti interni o esterni e apprezzate per la capacità di trasmettere calore e raffinatezza in modo molto naturale.
  • Le piastrelle in monocottura, molto omogenee e resistenti a urti, abrasioni e flessioni grazie al metodo di cottura simultanea del supporto e del rivestimento smaltato superficiale, possono essere a pasta rossa, a pasta bianca o chiara, dal supporto grigio chiaro o beige a seconda delle argille impiegate per il supporto; le piastrelle in monocottura possono inoltre essere greificate o porose - e quindi più o meno adatte a pavimentazioni interne o esterne - in base al dosaggio dei componenti.
  • Le piastrelle in bicottura, ovvero la versione moderna della maiolica, sono ottenute tramite doppia cottura (prima il supporto e poi lo smalto): brillanti e raffinate, queste piastrelle sono molto delicate e i bravi piastrellisti le utilizzano quasi esclusivamente per i rivestimenti delle pareti.

2) Piastrelle in gres porcellanato

Prodotto ceramico a superficie non smaltata, il gres porcellanato è una ceramica non porosa a pasta compatta e dura, che si ottiene attraverso un processo di pressatura e greificatura: grazie all'elevata compattezza e resistenza all'abrasione, e al bassissimo coefficiente igroscopico, le piastrelle in gres porcellanato sono molto versatili e adatti a usi in interni ed esterni.

Disponibili in versione smaltata o non smaltata (naturale), in colori chiari o scuri disponibili in massa o a supporto non colorato, le piastrelle in gres porcellanato si prestano a innumerevoli finiture (levigatura, lappatura, rettifica…) finalizzate alla realizzazione dei più svariati effetti decorativi.

3) Piastrelle in pietra naturale

Diffuse in edilizia sin dai tempi più antichi, le pietre naturali permettono oggigiorno di realizzare raffinatissimi pavimenti e rivestimenti dove l'elevato valore estetico va di pari passo a una resistenza e a una resa senza paragoni. Marmi, graniti, pietre e travertini, disponibili in natura sottoforma di rocce costituite dall’aggregazione di uno o più minerali, possono essere lavorati per ottenere diversi effetti estetici e differenti prestazioni.

  • Le piastrelle in marmo: roccia metamorfica composta da calcite (pura o in combinazione con altri minerali in piccole quantità), il marmo comprende rocce calcaree di diversa composizione che possono essere sottoposte a levigatura e di lucidatura.
  • Le piastrelle in granito: roccia di tipo eruttivo-intrusivo, il granito è un materiale duro, compatto e con elevata resistenza all’abrasione caratterizzato da una struttura cristallina principalmente a base silicea.
  • Le piastrelle in travertino: roccia sedimentaria che si ottiene per precipitazione di sali calcarei in bacini idrici, il travertino ha una struttura porosa a cavità frequenti, ed è costituito prevalentemente da carbonato di calcio.

4) Piastrelle in materiali non ceramici

Rientrano in questa categoria diversi materiali utilizzati dai piastrellisti per realizzare pavimenti e rivestimenti in interni o esterni.

  • Le piastrelle metalliche possono essere piastrelle con anima di legno rivestita da lamine di rame, acciaio e ottone, oppure composte da resina e sostanze chimiche che assumono un aspetto metallico dopo la cottura. Adatte sia a pavimenti che a rivestimenti a parete, le piastrelle metalliche sono molto adatte a cucine e ambienti molto moderni, ma grazie al loro aspetto sobrio e raffinato possono costituire un'originale finitura anche in contesti più tradizionali.
  • Le piastrelle in vetro e vetrocemento, molto diffuse in bagno e in cucina, sono resistenti agli urti e disponibili in una vasta gamma di lavorazioni e finiture. Particolarmente difficili da posare, questa tipologia di rivestimento richiede l'esperienza di un buon piastrellista.
  • Le piastrelle in pelle e simil-pelle: dall'eleganza austera, si prestano bene a studi professionali e alla realizzazione di dettagli e finiture.

 

Piastrelle Varese

Per maggiori informazioni sulla scelta delle giuste piastrelle per il rivestimento di pareti e pavimenti, o per un preventivo senza impegno, contattate Materials & Co. di Varese, la ditta specializzata in piccole e grandi ristrutturazioni in Lombardia, in Svizzera e nelle regioni vicine.

Showroom:

Via Magenta, 14 – 21100 Varese


In Collaborazione con:


Richiedi Informazioni

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

Partners